Seguici su:

23/11/2020

CDP rafforza il suo impegno nel Turismo: al via il primo master della Scuola Italiana di Ospitalità

(Federico Cafiero De Raho, Procuratore Generale Antimafia e Antiterrorismo)

Il lancio del primo Master Executive in Hospitality Management rappresenta l’inizio delle attività della Scuola Italiana di Ospitalità, l’istituto nato su iniziativa dell’operatore TH Resorts in collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti -
Dopo l’acceleratore automotive, l’obiettivo è lanciare anche un acceleratore per il settore del turismo con un focus sul Sud Italia

Si è concluso con successo l’evento digitale di tre giorni organizzato da TH Resort per lanciare il primo Master Executive in Hospitality Management della Scuola Italiana di Ospitalità, l’istituto nato su iniziativa di TH e con il supporto di Cassa Depositi e Prestiti (vedi Report).

Durante il convegno sono stati presentati i contenuti del programma pilota dell’executive master, il corso che sarà erogato ed affinato su 70 manager di TH e poi offerto a tutti i manager del settore turistico italiano. I capisaldi attorno al quale sarà costruito il master sono profondamente condivisi da Cassa Depositi e Prestiti: sostenibilità, formazione e sviluppo del capitale umano, digitalizzazione e centralità del cliente.

Durante la tre giorni è intervenuto portando il suo saluto anche il Procuratore Generale Antimafia e Antiterrorismo Dott. Federico Cafiero De Raho, il cui intervento sul valore della legalità e del lavoro riveste grande importanza alla luce della presenza massiva di TH Resorts nelle regioni del Sud Italia.

Il modello a cui si ispira la Scuola italiana di Ospitalità è quello dell’“hotel-school”: un campus per l’alta formazione specifico per il settore dell’hotellerie, in grado di integrare in loco la formazione in aula con l’esperienza sul campo.

“Secondo i dati statistici ed esperienziali, il modello formativo dell’hotel-school è quello più apprezzato dai datori di lavoro, perché basato sulla metodologia del learning by doing. Gli studenti che completano il ciclo di studi sono assolutamente pronti ad entrare nel mondo del lavoro ed occupano rapidamente delle posizioni di middle management, per poi sfruttare tutte le opportunità di crescita professionale che il settore offre.”, ha spiegato il Direttore Generale della Scuola Italiana di Ospitalità, Giulio Contini.

Per CDP si tratta di un progetto strategico che nasce dalla necessità di sostenere la competitività e l’innovazione delle aziende del turismo e dell’hospitality in Italia. La stessa necessità che ha portato alla nascita del Fondo Nazionale del Turismo.

Attraverso il Fondo, infatti, si rafforza il supporto di CDP per la valorizzazione degli asset immobiliari, con particolare riferimento agli alberghi storici e iconici su tutto il territorio nazionale. L’iniziativa, con i due miliardi messi a disposizione, ha l’obiettivo di rilanciare il settore del turismo e tutelarne i livelli occupazionali.

L’avvio del primo master della Scuola Italiana di Ospitalità è l’occasione per rinnovare il nostro impegno nel settore turistico. Impegno che si concretizza con una forte attenzione agli investimenti nel capitale umano. CDP è, infatti, espressione del capitale finanziario a sostegno del capitale umano, ovvero del lavoro, vero volano di sviluppo del nostro Paese. Ed è su questa base che insieme a TH abbiamo disegnato quella che può essere un’ulteriore spinta nel campo del turismo: la Scuola Italiana di Ospitalità.

Come CDP siamo impegnati nel riqualificare sempre più l’offerta turistica italiana perché quello del turismo è un settore strategico da un punto di vista economico e occupazionale. Da poco abbiamo lanciato l’acceleratore per il settore dell’automotive; l’obiettivo è lanciare nei prossimi mesi anche l’acceleratore per il turismo – con un focus sul Sud Italia – per incentivare ulteriormente la nascita di startup che possano crescere e fornire prodotti a tutto il settore.”, ha dichiarato l’AD di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo.

È un segno importante quello di aver fatto partire ora il primo Master Executive della Scuola, perché per affrontare la crisi del settore turistico gli operatori e i professionisti del comparto turistico devono reagire con visione, ripensando il proprio modello di business. Per farlo serve avere persone adeguate, dotate di professionalità economico-manageriali e tecniche specifiche e indispensabili al rilancio del settore.”, ha detto Graziano Debellini, Presidente di TH Resorts (vedi Report).

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php