Seguici su:

13/09/2021

Corrarati (CNA): "Si riparta dalle PMI per costruire un nuovo modello di sviluppo sostenibile del territorio"

(Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige)

L’assemblea elettiva ha confermato Claudio Corrarati presidente di CNA Trentino Alto Adige. Dibattito con il presidente Kompatscher e il sindaco Caramaschi sulle sfide future dell’economia locale - Dobbiamo ripartire e, per farlo al meglio, dobbiamo insieme tra artigianato, industria, turismo, agricoltura e commercio, cercare un nuovo modello economico e sociale sostenibile

Sembrava la fine del mondo e invece siamo ancora qua per far grande la nostra terra”, con queste parole il riconfermato presidente regionale di CNA Claudio Corrarati ha aperto il suo discorso nel corso dell’assemblea elettiva al NOI Techpark di Bolzano.

A dirlo sono i numeri: 14.000 in Alto Adige le aziende iscritte come artigiani in Camera di Commercio.

L’IRE in Alto Adige indica per il 2021 una crescita del PIL del 3-5%, anche in Trentino si prevede un segno positivo e un recente studio dell’Istituto Promozione Lavoratori premia le piccole aziende fino ai 10 dipendenti come i luoghi di lavoro dove si opera e si vive meglio.

Forti di questi numeri, siamo certi che le PMI siano il punto dal quale ripartire per costruire, insieme, forti anche delle nostre Autonomie, un nuovo modello di sviluppo sostenibile del territorio”, così ancora il presidente Corrarati.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Leggi anche:

    - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

    Per ripartire bisogna prima risolvere i vecchi problemi: dagli appalti al massimo ribasso, all’abusivismo nei diversi settori, alla burocrazia ancora troppo asfissiante.

    Basti pensare che per aprire un’attività di autoriparazione la pubblica amministrazione richiede 86 adempimenti, tradotto in costi: 19 mila euro.

    Bisogna costruire un nuovo patto di fiducia tra cittadini e istituzioni”, afferma il presidente di CNA che traccia la strada per il prossimo futuro: “Dobbiamo ripartire e, per farlo al meglio, dobbiamo insieme tra artigianato, industria, turismo, agricoltura e commercio, cercare un nuovo modello economico e sociale sostenibile”.  

    Una grande sfida sarà rappresentata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: rintracciare le risorse da parte delle PMI sarà una grande occasione per riqualificare il capitale umano, aumentare il rapporto qualitativo scuola-lavoro, creare un welfare aziendale.

    Redazione Cuoreeconomico
    (Riproduzione riservata)

    Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
    WHATSAPP Redazione CUOREECONOMICO: 327 7023475
    Per Info, Contatti e Pubblicità scrivere a: customer@esg89.com