Seguici su:

Dedagroup approva il bilancio 2020: trend di crescita

(Marco Podini, Presidente Esecutivo di Dedagroup S.p.A.)

Il Gruppo annuncia anche l’acquisizione della società umbra, Pegaso 2000

Dedagroup S.p.A., polo di aggregazione delle eccellenze italiane del Software e delle Soluzioni As a Service, che oggi opera in oltre 50 Paesi con più di 4.000 clienti, chiude il bilancio 2020 in crescita per il quindicesimo anno consecutivo, nonostante il mercato dell’Information Technology italiano abbia subito una flessione del 2% rispetto al 2019 (dati Anitec-Assinform).  

PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI

Malgrado gli impatti legati all’emergenza sanitaria, nei risultati consolidati del 2020, rispetto all’esercizio precedente, i ricavi registrano segno positivo (+0,3%) attestandosi a €253,5 milioni.

Molto significativa la performance sul fronte dell’Ebitda consolidato cresciuto a €28.2 milioni con un incremento del 29,5%, come effetto dell’ottimizzazione dell’organizzazione, che ha visto la Corporate impegnata a generare efficienza di servizi a beneficio delle società del Gruppo.

Anche il reddito operativo netto, pari a €4,5 milioni, cresce conseguentemente del 931%. Il risultato d’esercizio consolidato migliora ed è in utile per 933 mila euro.  

La buona performance realizzata nell’anno, unita al rilevante backlog esistente, permette di prevedere la capacità del Gruppo di gestire un’ulteriore forte crescita anche per l’esercizio in corso che si apre, infatti, con risultati interessanti.

Nel primo trimestre 2021, il Gruppo ha registrato una crescita dei ricavi del 12% circa e un aumento di marginalità di circa l’80%. Numeri, questi, coerenti con gli obiettivi per l’anno in corso, che ambiscono a un incremento dei ricavi del 10% e una crescita della marginalità vicina al 40%.  

L’espansione del Gruppo si riflette anche nell’importante incremento dell’organico che con 217 assunzioni nel corso dell’esercizio raggiuge un totale di 1.934 persone.  

ANALISI PER PRINCIPALI AREE DI BUSINESS

Il 2020 ha visto Piteco (PITE:IM), importante player nel settore della Tesoreria e pilastro portante anche dell’Hub Finance che fa capo a Dedagroup Business Solutions, fronteggiare positivamente gli effetti della pandemia, grazie alla forza e diversificazione del proprio portafoglio prodotti e soluzioni e alla sua estesa presenza geografica.

Una tenuta supportata dal modello di business basato su canoni ricorrenti per una quota pari al 64% dei ricavi e la cui solidità ha consentito di finalizzare nel corso dell’anno due operazioni straordinarie - l’acquisizione del ramo di azienda Everymake che ha portato in dote un software nel segmento big data matching e l’acquisizione dell’80% di RAD Informatica S.r.l. - che contribuiranno, nel corso del 2021, a un aumento significativo dei ricavi e dei margini operativi consolidati del gruppo Piteco e di Dedagroup.

Il valore di entrambe sta anche nelle sinergie e integrazioni di servizi che sviluppano, appunto, con l’intero Hub Finance che fa capo a Dedagroup Business Solutions, la società del Gruppo che risponde alle esigenze di innovazione di banche e istituti finanziari grazie alla conoscenza approfondita dei processi e delle normative del mercato Finance.  

Dedagroup Stealth, che da 30 anni, grazie alle competenze e alla propria piattaforma, accompagna nella crescita i più grandi brand del Fashion & Luxury, ha consolidato il proprio posizionamento nel settore della moda e del Luxury Retail come fornitore di software, soluzioni e servizi ICT, continuando nell’acquisizione di nuova clientela ed espandendo la presenza funzionale su alcuni clienti.

Nonostante la pandemia abbia toccato profondamente il mercato della moda e del lusso, bloccando letteralmente per molti mesi vendite e attività, l’Azienda ha messo a frutto il momento per investire risorse finanziarie e umane nello sviluppo di nuovi moduli – Sustainability Solution e Order Management System – confermando la propria leadership nei software gestionali per il mercato Fashion e la capacità di rispondere con efficacia alle più complesse esigenze del comparto anticipando e guidando modelli e best practice.

Inoltre, nel 2020 l’Azienda ha impresso una ulteriore accelerazione alla vendita del software in modalità SaaS, modello di fruizione destinato ad avere un progressivo incremento, e ha ampliato il bacino di riferimento integrando l’offerta con una soluzione pensata per il dinamico e molto ampio mondo dei designer indipendenti e delle start up grazie all’acquisizione di Zedonk (F2iT).

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Leggi anche:

Deda Cloud, il Managed Cloud Services Provider, è nato all’interno di Dedagroup - sulla scorta dei suoi oltre 20 anni di esperienza e visione sulla trasformazione digitale - proprio nel 2020, nella configurazione di società dedicata a una delle tecnologie chiave e più trasversali per l’abilitazione di nuovi modelli e per questo asset decisamente strategico per l’intero Gruppo.

Nel corso dell’esercizio, l’Azienda ha messo a punto la squadra, in costante crescita, e l’offerta, aprendo l’opportunità di integrazione sull’altrettanto strategico fronte della Cybersecurity finalizzatasi lo scorso aprile 2021 con il perfezionamento dell’acquisizione del 100% del capitale di IFInet S.r.l.. Deda Cloud ha rafforzato così la propria capacità di declinare l’evoluzione verso il cloud e i modelli As a Service con una competenza avanzata e profonda in ambito Cybersecurity, sempre più cruciale nel percorso di digitalizzazione delle imprese, arricchendo il ventaglio di soluzioni con un approccio di Security by Design che garantisce il potenziamento di tutti i servizi e l’accesso a soluzioni di protezione premium.  

Il polo Digital Business del Gruppo, con Derga, Azienda leader nel mercato italiano dei servizi SAP, e Dedagroup Wiz, attiva nella progettazione e nello sviluppo di piattaforme web ed e-commerce, ha visto le due Società lavorare in una sinergia sempre più stretta, avviando un percorso di innovazione e sviluppo comune, che porterà ad un’evoluzione e ad un ampliamento dell’offering in ambito digitale.

Infine, Dedagroup Public Services, che affianca Enti centrali, locali e Aziende di Pubblico Servizio nella trasformazione digitale, nel corso del 2020 ha dimostrato la capacità di affiancare i clienti e l’efficienza delle proprie soluzioni, anche nelle condizioni più estreme generate dalla pandemia che hanno visto proprio nella PA uno dei comparti maggiormente impattati.

Capacità riflessa sia sul numero di progetti avviati e sviluppati, anche in segmenti chiave come quello dell’e-health, che nelle performance finanziarie.

IL FUTURO: SVILUPPO ORGANICO, ACQUISIZIONI E INTERNAZIONALIZZAZIONE

Se il 2020, primo anno dell’orizzonte temporale del piano industriale in vigore, ha visto Dedagroup dimostrare la capacità di dare esecuzione alle proprie strategie di crescita organica anche in condizioni complesse, confermando la propensione del Gruppo a non rallentare - nemmeno nei momenti di mercato difficili - gli investimenti sia sul fronte dello sviluppo del software che sul fronte delle acquisizioni, il 2021 si è aperto all’insegna della messa a frutto di tali politiche.

Gli importanti incrementi a doppia cifra di tutti i principali indicatori confermano infatti la bontà della strategia che prosegue con decisione anche nel far leva sulle opportunità di mercato.  

Dedagroup annuncia infatti di aver appena siglato l’accordo per l’acquisizione di Pegaso 2000, storica società del panorama IT bancario, fondata da Franco Cicogna, che rimarrà socio e CEO della stessa.

La società, operante nell’ambito delle soluzioni software, è leader di mercato per il mondo del Credit Finance, della Finanza Agevolata e del Money Markets, con un team di 70 persone ed headquarter in Umbria.  

Marco Podini, Presidente Esecutivo di Dedagroup S.p.A., sottolinea: “La capacità del Gruppo di riorganizzarsi e reagire rapidamente a quanto abbiamo vissuto si riflette sui numeri del 2020 ed evidenzia la bontà del nostro percorso imprenditoriale, che prevede un forte posizionamento in nicchie tecnologiche strategiche e distintive.

Segmenti di mercato in cui la strategia di sviluppo attraverso l’acquisizione di aziende eccellenti nel loro ambito ci consente di accelerare la crescita presidiando sempre più la catena del valore.

Quella con Pegaso 2000 è la quinta delle operazioni realizzate negli ultimi 12 mesi: tutte estremamente strategiche per la nostra offerta nei settori della Moda, Cloud, Cybersecurity e Finance. Un percorso che riflette il dinamismo del Gruppo confermando al contempo la nostra convinzione che nei momenti di difficoltà è importante accelerare gli investimenti, sia perché dalle crisi nascono le opportunità, sia perché sostenere il mercato è responsabilità degli imprenditori.

Pegaso 2000 rientra pienamente nella tipologia di acquisizioni che cerchiamo: eccellenze del software italiane sinergiche con le attività del Gruppo che permettono di delinearne l’ulteriore sviluppo.

In particolare, quest’ultima operazione si inserisce nel nostro progetto di crescita dell’area Banking & Finance, ambito che ci sta dando molta soddisfazione e che ci vede protagonisti grazie all’eccellenza italiana del software e del digital business su ambedue le sponde dell’Oceano Atlantico”.  

A testimonianza dell’eccellenza dell’offerta di Pegaso 2000 l’importante portfolio clienti tra cui figurano nomi come Cassa Depositi e Prestiti, UniCredit, Banco BPM, Gruppo Mediobanca, UBI Banca, Gruppo Bancario Iccrea, Banca Sella, BPER Banca, Banca Carige, Crédit Agricole, Barclays, FCA Bank, Illimity, Santander Consumer Bank.

Come esito dell’acquisizione, che sarà perfezionata entro la fine di luglio, le soluzioni di Pegaso 2000 per la gestione e l’emissione del credito agevolato e la finanza strutturata, si uniranno sinergicamente allo specifico know-how delle altre società del Gruppo che costituiscono insieme un vero e proprio Hub Finance.

Un hub di competenze che guarda ad un posizionamento primario nel mondo del credito finanziario, contando sulla conoscenza dei processi bancari e assicurativi di Dedagroup Business Solutions, su Piteco, leader nella Tesoreria per le aziende, su RAD Informatica, software house specializzata nei processi di recupero del credito anche stragiudiziale, e su VisiFI che, grazie alla sua profonda conoscenza dei processi bancari internazionali e al forte focus sulle soluzioni tecnologiche in tempo reale, lavora al fianco delle Credit Union.

L’ancora più ampliato ventaglio di competenze permetterà a Dedagroup di accompagnare i propri clienti nel futuro della Finanza e dell’Economia, attuando processi fluidi di trasformazione e integrazione in ecosistemi capaci di affrontare le maggiori sfide del cambiamento imposte dalla Open Economy.

Redazione Cuoreeconomico
(Riproduzione riservata)

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
WHATSAPP Redazione CUOREECONOMICO: 327 7023475
Per Info, Contatti e Pubblicità scrivere a: customer@esg89.com