Seguici su:

Generalfinance chiude il primo semestre con un utile netto a 2,7 mln di euro (+45% YoY)

(Massimo Gianolli, AD Generalfinance)

Il Consiglio di Amministrazione di Generalfinance ha approvato i risultati al 30 giugno 2020 – redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS – che evidenziano un utile netto pari a 2,7 milioni di Euro, in forte crescita (+45%) rispetto al primo semestre 2019 e un patrimonio netto a 20 milioni di Euro. “I risultati realizzati da Generalfinance nel primo semestre sono stati molto positivi se teniamo conto del difficile contesto operativo nel secondo trimestre con la chiusura di gran parte delle attività produttive e un calo del PIL senza precedenti” – ha commentato Massimo Gianolli, Amministratore Delegato di Generalfinance. “Cresciamo del 21% in termini di turnover con una redditività sul capitale (ROE) del 30% circa. Nonostante il lockdown prolungato e la fase complessa per il Paese, Generalfinance continua a supportare le aziende fornendo liquidità in maniera rapida ed efficiente grazie alle opportunità di smobilizzo del circolante che lo strumento del factoring – nostro core business – crea. Abbiamo erogato nel semestre oltre 226 milioni di Euro, contiamo di operare con grande intensità nella seconda parte dell’anno per supportare al meglio le PMI, nostro target di riferimento, fornendo servizi di credit management a forte valore aggiunto”.

Nel primo semestre Generalfinance registra un’ottima performance reddituale. Il margine di intermediazione ammonta a 7,9 milioni di Euro (+29% rispetto allo stesso periodo del 2019), mentre il ROE[6] annualizzato è pari al 31%, a conferma dell’elevata redditività del business model. Il margine di interesse si attesta a 1,8 milioni di Euro circa, in aumento del 13% rispetto al 2019. Le commissioni nette sono pari a 6,1 milioni di Euro, in crescita del 34%. La dinamica di questi due aggregati risente dell’evoluzione particolarmente positiva del turnover, pari a 321 milioni di Euro (+21% anno su anno), a testimonianza della positiva performance commerciale ed operativa della Società nel periodo.

L’ulteriore crescita del core business nell’ambito del “distressed financing” è evidenziata dall’importo erogato nel trimestre, 226 milioni di Euro, in crescita del 13% sul 2019. A presidio del rischio di credito, rimane molto elevato (75% circa) il livello di copertura da garanzia assicurativa delle anticipazioni, attraverso la storica partnership strategica con Euler Hermes, leader mondiale nell'assicurazione del credito. I costi operativi, pari a 3,8 milioni di Euro, aumentano del 15%, meno che proporzionalmente rispetto al trend dei ricavi, evidenziando la capacità di Generalfinance di controllare i costi amministrativi e di ridurre progressivamente il cost/income ratio, pari a circa il 48% e in miglioramento rispetto al 54% del primo semestre 2019. Tenuto conto di rettifiche di valore particolarmente basse -  cost of risk pari a 1 basis point - e di imposte stimate in 1,4 milioni di Euro, il risultato netto di periodo si attesta a 2,7 milioni di Euro, a fronte di 1,8 milioni di Euro registrati nel primo semestre dello scorso anno.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php