Seguici su:

Grifal (AIM) - UBI Banca evidenzia indicatori positivi e conferma il “buy” con potenziale upside del 55%

UBI Banca ha confermato la raccomandazione “buy” su Grifal – azienda tecnologica e PMI innovativa attiva nel mercato del packaging industriale dal 1969, che progetta e produce imballaggi performanti innovativi ed ecocompatibili – alzando il target price da 3,15 a 3,50 euro, valore che esprime un potenziale upside del 55% rispetto al prezzo di chiusura di ieri.

I dati semestrali diffusi dall’azienda hanno evidenziato un periodo di flessione, con un calo dei ricavi del 20,5% in linea alle attese e una marginalità prevista leggermente maggiore rispetto a quella effettiva (5,8% rispetto all’attuale 2,4%).

Ubi Banca, confermando la raccomandazione “buy”, evidenzia diversi indicatori positivi, tra cui l’incremento dell’incidenza delle vendite di cArtù® salite al 15% del totale, la decisione strategica sul piano di investimenti per nuovi stabilimenti produttivi, la produzione su larga scala nel segmento degli elettrodomestici che potrebbe sostenere la crescita dei ricavi e le potenziali operazioni di M&A.

Nonostante la revisione al ribasso delle stime per l’anno 2020 causate dalla pandemia di Covid-19, UBI rimane quindi fiduciosa sul potenziale nel lungo periodo della società, forte di un vantaggio competitivo difficile da replicare in un mercato in rapida crescita.

Il management di Grifal ha sottolineato il trend positivo del terzo trimestre 2020, anticipando una ripresa della redditività nel secondo semestre.

Fabio Gritti, Presidente e Amministratore Delegato di Grifal, ha così commentato i risultati semestrali: “I primi sei mesi dell’anno sono stati particolarmente difficili da tutti i punti di vista e ovunque nel mondo, ma l’impatto sul tessuto sociale e produttivo nella provincia di Bergamo è stato particolarmente significativo.

La straordinaria resilienza di tutti i livelli aziendali ha permesso di limitare i danni causati dalla chiusura di molti clienti e dai limiti posti alla produzione da tutte le misure di prevenzione che abbiamo adottato per la protezione dei dipendenti.

I numeri della semestrale riflettono la scelta operata dalla società di non sospendere gli investimenti in corso nella realizzazione dei nuovi impianti e nel rafforzamento della struttura. Siamo convinti che la maggiore consapevolezza riguardo al problema ambientale indotta dalla crisi sanitaria porterà ad una importante crescita nella domanda di prodotti ecocompatibili come i nostri cArtù® e cushionPaper”.

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php