Seguici su:

Campania - Manzo (BCC Napoli): “Ho realizzato un sogno”

(Amedeo Manzo, presidente della Banca di Credito Cooperativo di Napoli)

Dietro ogni impresa, piccola o grande, ci sono gli uomini. Io parto sempre dall’idea che dietro i semplici numeri bisogna guardare cosa c’è davvero. Non basta un algoritmo per farci dire di sì a una iniziativa imprenditoriale

E’ il momento dei banchieri oggi, ma per Amedeo Manzo, presidente della Banca di Credito Cooperativo di Napoli, il suo momento dura da oltre dieci anni, ovvero da quando vinse la scommessa di realizzare in una città difficile come quella partenopea una Bcc.

Inizialmente c’era una totale diffidenza nei confronti dei napoletani. E nessuna Bcc metropolitana, con sede in una grande città, era stata realizzata al Sud.

E poi, l’allora presidente Alessandro Azzi (ex presidente Federcasse, presidente della Bcc del Garda), leader storico del credito cooperativo italiano, mi proponeva di aprire in un piccolo centro, escludeva a priori Napoli. Io gli ho risposto: riuscirò dove altri hanno fallito. Questa è una città dove la cooperazione funziona”.

Manzo ama le sfide impossibili, come la mission impossibile che il sindaco de Magistris le ha affidato per salvare l’azienda napoletana di mobilità...

“E’ importante mettersi alla prova. Ovviamente è necessaria una forte preparazione tecnica. Credo molto nelle competenze e nel merito. Però bisogna guardare alle cose a volte anche da un punto di vista differente.

E su ANM i timori erano tanti, ma la voglia di fare qualcosa di positivo per la città ha prevalso sui rischi. Così ho accettato l’incarico di amministratore unico di Napoli Holding (guiderà la fusione inversa con l'Azienda Napoletana Mobilità, ndr).

In tanti mi dicevano di lasciar perdere, ma ci siamo riusciti e oggi abbiamo approvato per la prima volta un bilancio in utile”.

Il suo mantra è il rating umano, di cosa si tratta?

Dietro ogni impresa, piccola o grande, ci sono gli uomini. Io parto sempre dall’idea che dietro i semplici numeri bisogna guardare cosa c’è davvero. Non basta un algoritmo per farci dire di sì a una iniziativa imprenditoriale.

A volte diciamo anche dei no inattesi. Ma noi cerchiamo sempre di guardare oltre per dare sostegno al tessuto economico napoletano. Bisogna mettere insieme la competenza tecnica e la conoscenza degli uomini e del territorio.

E devo dire che in questi anni raramente abbiamo avuto problemi, come testimoniano tutti gli indicatori della nostra banca sempre in ascesa come utili, raccolta, impieghi, soci, affidabilità.

Il “rating umano” rappresenta il fulcro di questo modello vincente che ci consente anche di poter fare molto per la città in termini di solidarietà. I nostri soci e clienti sono ben lieti di affiancarci in queste iniziative rivolte ai giovani, ai più deboli, alle strutture ospedaliere in difficoltà”.

Oggi lei è diventato anche il presidente della Federazione campana delle Banche di credito cooperativo. Come è composta?

“La Federazione associa undici banche, localizzate nelle cinque province della regione che complessivamente rappresentano un sistema creditizio di banche del territorio con circa 150 sportelli, 40mila soci, mille dipendenti, 4 miliardi di euro di raccolta, 2.5 miliardi di impieghi, un patrimonio di 450 milioni che consente di avere in media un Cet1 (coefficiente di adeguatezza patrimoniale, ndr) del 18.6%.

Numeri importanti che intendiamo ulteriormente valorizzare e promuovere per aumentare il conto economico delle banche e sostenere sempre più l’economia campana che oggi deve essere pronta al rilancio che certamente ci aspettiamo dopo la pandemia”.

Infine, il suo è il profilo di un manager che mira ai risultati ma guarda gli uomini. Quel che servirebbe anche per una città come Napoli. Il suo è un nome che spesso circola anche come candidato sindaco. E’ pronto a questa nuova sfida?

“Sono un tecnico che ama profondamente la propria città e farà sempre di tutto per vederla migliorare. Ma la politica è una cosa diversa...”.

Di Cristina Cennamo

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
WHATSAPP Redazione CUOREECONOMICO: 327 7023475
Per Info, Contatti e Pubblicità scrivere a: customer@esg89.com