Seguici su:

Mingarelli (Confindustria): ’Servono visione strategica e progetti cantierabili per il rilancio italiano’

(Diego Mingarelli, Vicepresidente Piccola Industria Confindustria)

Siamo il Paese della piccola e media impresa. Abbiamo 3,8 milioni di PMI: 700mila in più della Francia, 1 milione in più della Spagna e 1,3 milioni in più della Germania. Un patrimonio unico e originale che può costituire la base per ripartire e scrivere il futuro

C’è un Italia profonda e maggioritaria che compete in Europa e nel mondo; un’Italia del fare poco raccontata e con poco spazio nei luoghi in cui si decidono le sorti del Paese. 

Il Presidente Mattarella ha indicato la via per valorizzarla: vivere il tempo dei "costruttori" mettendo in luce competenze, risorse, intelligenze e capacità di cui il nostro Paese abbonda ma che rischiano di restare una ricchezza latente e inutilizzata.   

La sfida di NextGenerationEU rappresenta, in questo senso, un’opportunità straordinaria per far ripartire il Paese e per assegnare più risorse possibile agli universi del fare. 

La vocazione manifatturiera è un tratto identitario dell’Italia, un dna diffuso che testimonia lo sforzo collettivo di tanti imprenditori e comunità produttive che scelgono l’innovazione nonostante la grave carenza di sostegno pubblico: siamo settimi nella classifica mondiale dei produttori manifatturieri e secondi in Europa.  

Siamo un Paese sostenibile capace di rigenerare competitività e di assicurare differenziazione, che ha compensato la carenza di materie prime con un sistema di recupero e di riutilizzo di più dell’80% dei rifiuti prodotti.   

Siamo il Paese della piccola e media impresa. Abbiamo 3,8 milioni di PMI: 700mila in più della Francia, 1 milione in più della Spagna e 1,3 milioni in più della Germania. Un patrimonio unico e originale che può costituire la base per ripartire e scrivere il futuro. 

Per questo dobbiamo rendere il Paese più forte puntando su questa Italia che fa, costruisce e funziona. 

Servono visione strategica, progetti cantierabili e decisioni immediate. Dobbiamo superare gli errori del passato e fare di NextGenerationEU una sfida progettuale decisiva.

Non è in gioco soltanto la capacità di utilizzo dei fondi europei ma una visione di lungo periodo che ci interroga sul futuro.    

Di Diego Mingarelli (Vicepresidente Piccola Industria Confindustria)

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php