Seguici su:

Passaggi Generazionali post Covid-19: gli investitori hanno bruscamente rallentato le operazioni di M&A

Per quegli imprenditori che avessero posto il 2020 o il 2021 come traguardo per iniziare a valutare la possibilità di cedere la propria azienda, l’arrivo del Covid 19 è stata purtroppo una doccia fredda.

A meno che siano impegnati in attività come la cura della salute, l’igienizzazione, l’alimentare, alcuni settori dell’imballaggio, che stanno vedendo crescere i loro fatturati. Oggi gli investitori hanno bruscamente rallentato le operazioni di M&A (- 46% di acquisizioni è il dato riportato da il Sole 24 Ore relativamente al periodo marzo – giugno, rispetto allo scorso anno). Le ragioni sono evidenti: necessità di tagliare i budget, per gli investitori industriali, timori sull’andamento futuro dell’economia per quelli della finanza, come i private equity, i family office, i club deal.

Che fare allora?

(LEGGI ANCHE ARTICOLO Passaggi generazionali, il valore dell’azienda è la prima cosa a cui pensiamo. Certifichiamo però il bilancio!)

L’idea di vendere a tutti i costi, anche scontando più bassi ritorni, perché ormai la decisione è stata presa, mi sembra inopportuna. Anche se, confesso, l’ho ascoltata recentemente, da alcuni imprenditori che da tempo avevano maturato l’idea di cedere. Questi momenti difficili vanno a mio avviso gestiti per rafforzarsi e aumentare il valore della propria azienda. Certo, per molti non sarà facile, alcuni settori stanno sperimentando cadute importanti del fatturato. Ma sono proprio queste le occasioni per fare un salto in avanti e rafforzarsi.

Un imprenditore che conosco ha deciso di esplorare nuovi mercati e di sostituire i dealer tradizionali con una forza vendita diretta. Un altro sta rivedendo il proprio catalogo prodotti per snellirlo e innovarlo, anche alla luce degli effetti che la trasformazione di Industria 4.0 sta portando nei rapporti di produzione e con i clienti finali.

Si tratta, in alcuni casi, di misure comunque necessarie per sopravvivere. Ma che aggiungono valore all’azienda, una volta che avremo superato questa inattesa congiuntura avversa. Nuovi mercati, presenza diretta, prodotti innovati: sono tutti asset che un investitore valuterà con grande interesse e potranno far parte della trattativa in caso di cessione. Non fermiamoci dunque, le opportunità di cambiare ci sono sempre, anche in questo caso, come pure quelle di accrescere il valore della propria azienda.

 

Di Fabio Menghini

 

 

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php