Seguici su:

30/10/2020

Pesca e acquacoltura sostenibili, il contributo del PO FEAMP 2014 - 2020

Oltre 186 milioni di euro impegnati su pesca sostenibile, con 123 milioni di euro già pagati per il sostegno a una pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente e innovativa. Su acquacoltura sostenibile (priorità 2), impegnati 64 milioni di euro e pagati oltre 34 milioni di euro per il conseguimento degli obiettivi - Il PO FEAMP 2014-2020 chiude le attività di comunicazione sul ciclo attuale con l’ultima campagna #SeaYouNext, dedicata al futuro sostenibile dei mari

Attraverso il Green Deal europeo, l’Unione Europea si è impegnata a rendere l’Europa il primo continente climaticamente neutro entro il 2050 definendo una nuova strategia di crescita sostenibile e inclusiva per stimolare l’economia, migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, prendersi cura della natura e non lasciare indietro nessuno. La pesca e l’acquacoltura sono una parte fondamentale della grande transizione che si sta intraprendendo con il Green Deal e sono indispensabili per creare un sistema alimentare sostenibile per il futuro a vantaggio degli oceani, dei consumatori e dei pescatori.

Alla luce di questa premessa, appare particolarmente rilevante restituire lo stato di attuazione sulle priorità 1 e 2 del ciclo di programmazione del PO FEAMP 2014-2020 dedicate rispettivamente alla pesca e all’acquacoltura sostenibili.

Al 31 agosto 2020 sono oltre 532 i milioni di euro impegnati sul totale delle risorse FEAMP, per un valore pari al 54,32% della dotazione finanziaria complessiva. Di questi, oltre 186 milioni di euro risultano impegnati, e più di 123 milioni di euro risultano già pagati per il sostegno a una pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente e innovativa. Alla stessa data, risultano impegnati complessivamente oltre 64 milioni di euro, e pagati oltre 34 milioni di euro per il conseguimento degli obiettivi della priorità 2, relativa a un’acquacoltura sostenibile, efficiente e innovativa.