Seguici su:

26/07/2021

Principato di Parrano, gli asset dell’antico feudo medioevale finiscono all’asta su Christie’s

Nel complesso, situato fra il centro storico e la campagna del piccolo comune umbro, trovava spazio un resort. Prezzo base 22 milioni, offerta minima di 16. Il Comune: «Struttura privata, noi siamo fra i creditori»

Un Principato che finisce all’asta. Triste destino per un luogo fra i più belli del centro Italia, ma del resto per Parrano non è la prima volta: nel 2012 le strutture di quello che viene comunemente indicato come “Principato di Parrano”, un antico feudo medioevale su cui domina il castello, a protezione dei 3000 acri di territorio incontaminato, erano state messe in vendita su ebay per la modica cifra di 29 milioni di euro.

Oggi tutto questo finisce direttamente battuto all’asta da Christie’s, per conto della Bayview Italia, una società specializzata nel recupero crediti ipotecari.

L’asta è fissata per ottobre, si parte da una base di almeno 16.566.000 – come si legge nell’apposita sezione del Tribunale di Terni – per un prezzo base che supera i 22.

IL LOTTO

Si vende il pacchetto completo, lotto unico di 1300 ettari, capeggiato dallo storico Castello di Parrano, completamente rinnovato, con 26 suite padronali e centro benessere, 4 edifici situati nel borgo, 23 fra casali e fattorie sparsi per il villaggio con potenziale per la conversione in ville e proprietà frazionate, di dimensioni comprese tra 1.600 e 150 metri quadrati, con potenziale per 75 unità di alloggio aggiuntive, 741 acri di riserva di caccia, 12 piccoli laghi, varie scuderie, circa 2.500 acri di terreno agricolo disponibile per la riqualificazione, un poligono di tiro all’aperto di 25mila metri quadri che richiede la riqualificazione, opportunità di sviluppare un hotel con 130 camere con strutture per il golf, polo e il benessere su 5.300 metri quadrati di terreno. Nella struttura era stato realizzato un resort.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Leggi anche:

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Leonardo Stassi, Head of Hotel Real Estate di Bayview Italia, spiega: «La posizione esclusiva e tranquilla combinata con il patrimonio ben conservato di Parrano, offre ai potenziali investitori l’opportunità di sviluppare una destinazione turistica unica con alloggi privati, hotel, spazi per lo sport e il benessere, un interessante patrimonio culturale e naturale in una biosfera unica.

Progetti simili di successo in Italia sono il Castello di Casole con Timber Resorts e Belmond Hotels, Reschio Estate e Antognolla Estate, per citarne alcuni».

COMUNE CREDITORE

 Si tratta un ‘pezzo’ del centro storico di Parrano, ma il sindaco del piccolo comune orvietano, Valentino Filippetti ci tiene a precisare che «il comune non c’entra niente, è una struttura privata.

I beni sono stati messi all’asta perché il proprietario aveva fatto un investimento di 40 milioni circa che non è andato a buon fine, quindi i creditori vogliono ovviamente recuperare i crediti non pagati.

Noi come Comune, anzi, siamo proprio tra coloro con cui la società ha contratto parte del debito, quindi speriamo possa arrivare anche qualche soldo nelle casse, sarebbe un fatto rilevante dal punto di vista economico per un piccolo centro come il nostro».

Di Emanuele Lombardini
(Riproduzione riservata)

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
WHATSAPP Redazione CUOREECONOMICO: 327 7023475
Per Info, Contatti e Pubblicità scrivere a: customer@esg89.com