Seguici su:

15/02/2021

‘Quo Vado?’ Assolutamente attuale al tempo del COVID

In questi giorni di lockdown in Umbria mi sono rivisto il successo di Checco Zalone del 2016.

La pellicola è la parodia del posto fisso. Mai come in questo momento storico ritorna attuale.

Pensavo infatti al proprietario di un impianto di sci o ai suoi collaboratori che si sono visti catapultare la decisione del Governo appena 12 ore prima della agognata riapertura degli impianti.

Che danno! E al contempo pensavo ai tanti (incolpevoli) dipendenti pubblici la cui decisione non ha minimamente influito sui loro sonni notturni.

Lavorare da casa in Smart working, infatti, per tutti o quasi i dipendenti della pubblica amministrazione non comporta cambiamenti di stili di vita.

Decisioni come quelle di ieri sera, sommate oramai a mesi di chiusure (giuste) a causa dell pandemia, contrariamente, stanno facendo aumentare il consumo di psicofarmaci e sonniferi.

Gli spot pubblicitari, mai come in questo funesto anno, sono ricchi di spot di calmanti, tisane rilassanti, sonniferi e pseudo esercizi anti-stress!

Ora, però, è arrivato il momento di fare giustizia. Chi ha perso il sonno va RISARCITO. Chi ha perso il sonno va RISPETTATO.

Chi ha perso il sonno non va demonizzato come un vecchio evasore (o malfattore) ma va rispettato per il rischio che si è preso quando ha deciso di prendere quella fantomatica PARTITA IVA!

#dettofatto di Giovanni Giorgetti

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
WHATSAPP Redazione CUOREECONOMICO: 327 7023475
Per Info, Contatti e Pubblicità scrivere a: customer@esg89.com