Seguici su:

Raccolta fondi e M&A per Habyt la tech startup di co-living nata in Germania da imprenditori italiani

(Luca Bovone, Founder di Habyt)

Habyt, la startup tecnologica che sviluppa e commercializza soluzioni abitative innovative all-inclusive, fondata a Berlino dall’italiano Luca Bovone, acquisisce l’azienda tedesca GoLiving e porta il capitale totale raccolto a 6 milioni di euro. L’operazione è guidata dal gestore di Venture Capital P101 SGR, attraverso il suo secondo veicolo d’investimento P102 e ITALIA500 (fondo di venture capital istituito da Azimut Libera Impresa sgr e gestito da P101); insieme a Picus Capital, investitore leader nel mercato europeo e già nel capitale di GoLiving.

La fusione strategica mira ad accelerare la creazione di un leader europeo nel settore del co-living, attraverso l’integrazione del team, del portfolio e della tecnologia di GoLiving all’interno della piattaforma Habyt. I fondi raccolti saranno utilizzati dalla società per consolidare il percorso di crescita anche attraverso ulteriori operazioni di M&A in altri Paesi europei. In Italia, Habyt ha aperto il suo primo building nella città di Milano ad agosto e si prepara a lanciare il secondo, con un piano di ospitare 100 utenti entro la fine dell’anno.

Fondata nel 2017, Habyt si è imposta ben presto come una delle principali piattaforme europee nel mercato del co-living, mostrando tassi di crescita del 300% anno su anno. Con oltre 500 unità a Berlino, Madrid, Milano e Lisbona, attraverso questa acquisizione e con i fondi raccolti, Habyt punta a raggiungere le 1.000 unità entro la fine del 2020. A sostenere tale crescita, Habyt ha sviluppato piattaforma digitale per offrire ai propri clienti un’esperienza digitalizzata end to end. Tutto può essere gestito tramite la piattaforma, dal primo contatto, alla consegna delle smart keys, fino al supporto post check out – a vantaggio di una grande efficienza operativa.

Per P101 l’operazione rappresenta un ulteriore consolidamento della sua posizione nel mercato in crescita del PropTech. Secondo una ricerca di Unissu, le società che si occupano di PropTech in Europa hanno superato le 3.000 unità a metà 2019, mentre un’analisi di marzo 2020 del fondo PropTech1 Ventures riporta che gli investimenti nel settore sono aumentati del 550% in 5 anni nel continente, salendo a un totale di circa €500 milioni. Infine, stando alle stime del JLL European Coliving Index, ad oggi l’Europa ospita oltre 23.000 “postazioni” in co-living. Non è un caso: le esigenze dei giovani professionisti stanno cambiando – grazie anche al recente boom dello smart working – aumentano i nomadi digitali, che non hanno la necessità di essere legati ad un luogo di residenza per lavoro e di conseguenza preferiscono soluzioni abitative smart e flessibili, abilitate dalla tecnologia. Senza contare che con l'aumentare dell'urbanizzazione, nonostante la crisi dettata dal Covid, la domanda di una nuova tipologia di sistemazioni abitative nelle grandi città sta crescendo vertiginosamente: un’opportunità per il co-living, che sempre di più si affermerà come proposta abitativa concreta e diffusa.

“Abbiamo supportato Habyt sin dall’inizio perché abbiamo visto il grande potenziale del loro business – commenta Giuseppe Donvito, Partner di P101. – Oggi, in un contesto in cui stanno cambiando radicalmente le abitudini legate alla mobilità, al lavoro, e di conseguenza anche le necessità legate all’abitazione, non per ultimo a causa della rivoluzione dettata dalla pandemia, il modello di business di Habyt, che rivoluziona il settore immobiliare grazie al digitale e alla tecnologia, si conferma nuovamente valido e attuale. Siamo inoltre lieti di affiancare in questo round una realtà di rilievo internazionale come Picus Capital.”

“Questo round e la possibilità di integrare il know-how di GoLiving rappresentano un’opportunità di crescita molto importante per noi” – afferma Luca Bovone, Founder di Habyt. “La crisi dovuta al COVID-19 ha sicuramente portato delle difficoltà, ma la industry degli affitti a medio termine, di cui facciamo parte con il nostro prodotto di co-living, si è dimostrata molto resiliente, mantenendo la occupazione delle nostre unità oltre il 90%. Questo momento può essere trasformato in una grande opportunità per consolidare un mercato che è molto frammentato a livello europeo: per questo puntiamo a proseguire la nostra crescita attraverso una strategia di acquisizioni".

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com

Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php