Seguici su:

Smart working, obiettivo del Governo quattro milioni di addetti. Negozi e ristoranti in centro chiuderanno?

Il 15 ottobre scade il meccanismo semplificato, il governo
punta a stabilizzare parte dei lavoratori da remoto

Smart Working si o Smart Working no? Sempre più spesso nella PA e nelle grandi aziende di servizi e anche in alcune della produzione troviamo dipendenti e collaboratori in smart working. Annullate trasferte, annullati spostamenti e appuntamenti ‘in presenza’ e quindi ogni tipo di rapporto con questi lavoratori avviene da remoto.

Sicuramente è stata una soluzione ottima e tampone nel periodo più duro del lockdown. Oggi si presenta come un’alternativa al lavoro ‘in presenza’ non valutando (forse) le gravi ripercussioni economiche e soprattutto sociali che si potranno avere, soprattutto per società come la nostra, di tipo ‘mediterraneo’, dove l’incontro, lo sguardo, il sorriso, il contesto assumono spesso una valenza determinante. Chiederemo nei prossimi giorni il parere di imprenditori, manager, docenti universitari e dirigenti della PA per comprendere i ‘pro’ e i ‘contro’ a questa nuova pratica lavorativa.

Redazione di CUOREECONOMICO

Per inviare comunicati stampa alla Redazione di CUOREECONOMICO: cuoreeconomico@esg89.com
Per Info, Contatti e Collaborazioni, scrivere a: risorse@esg89.com
OPPURE https://www.esg89.it/it/opportunities.php